Per noi della mia stirpe, nati in Paradiso tra i fichi, la nobiltà d’animo è stata il mezzo per ripagare la sorte: da generazioni onoriamo la madre terra, mangiando carciofi crudi con olio d’oliva e limone; ed accogliamo forestieri, viandanti ed artisti. A casa mia l’ospitalità e la condivisione sono arti di famiglia.

Abbiamo offerto lenzuola spesse di lino e caffè a scrittori spagnoli, filosofi cinesi e pellegrini hawaiiani; pane e vino ad architetti americani, fotografi argentini e pittori russi. Che si accampavano all’ombra dei lecci in Via Vecchia, rapiti dalla vista e dalla vita goduriosa della campagna toscana.

Fu Mara, mia nonna, che decise infine di professionalizzare la nostra congenita inclinazione a ricevere: prese cemento e mattoni e innalzò di un piano la Casa, per alloggiare turisti. Seminò qualcosa di grande senza raccoglierne i frutti, perché il vento se la rapì, lasciandone il sogno a mezz’aria.    

“Maggie’s Million Dollar View”, concepita da un grande spirito e creata da me, mia madre e mio fratello, è oggi un Homestay. Tra camomilla ed alberi secolari, ad 800 metri a piedi da San Gimignano, con tre camere con vista che, come da tradizione, offriamo con amore a chi giunge da lontano.